La storia della Creme Brûlée

Spesso dietro ai cibi e alle ricette che fanno parte della nostra grande tradizione si cela una storia incredibile che pochi conoscono. Oggi vogliamo parlarvi della storia che ha contrassegnato la generi della deliziosa Crème Brûlée, una delle creme regine della pasticceria mondiale. Uno dei primi casi in cui le fonti storiche riportano l’esistenza di questo delizioso dessert nella sua versione francese risale al 1691, anche se la sua origine potrebbe non essere affatto francese.

Inghilterra, Spagna e Francia affermano di aver creato la prima versione della famosa crème Brûlée.  Tuttavia, gli storici della gastronomia generalmente concordano sul fatto che le creme erano molto popolari nel Medioevo e in effetti circolavano molto in tutta Europa, e questo ha reso quasi impossibile rintracciare le radici effettive della crema pasticcera. Gli storici hanno provato anche a ricostruire la storia della caramellizzazione dello zucchero, senza riuscire però a venirne a capo. Le origini di alcune prelibatezze si perdono nel tempo ed è difficile ricostruirne i percorsi e gli sviluppi senza avere adeguate fonti in merito. 

I Catalani ne Rivendicano La Paternità

Le prime versioni francesi del dessert in realtà non bruciavano il caramello come le sue versioni moderne, ma piuttosto posizionavano un disco di caramello precedentemente preparato sopra la crema pasticcera. Tuttavia, il termine crème brlûée non è apparso fino al XIX secolo. Generalmente questo dessert viene servito freddo. I catalani affermano che la loro “crema catalana”, che ha una ricca crema pasticcera come protagonista, condita con zucchero caramellato, è l’origine del dessert, anche se la loro sembra essere stata registrata più tardi nel XVIII secolo. Viene servito come base fredda con una copertura calda.

Non solo, il Trinity College di Cambridge afferma anche di essere il luogo di nascita di questa crema, dove lo stemma del college è stato bruciato nello zucchero sulla crema pasticcera. Intitolato “Trinity Burnt Cream”, si dice che uno studente abbia inventato il piatto nel XVII secolo e le pasticcerie del luogo sono ancora ben note per realizzare questo famoso dessert in una sua versione davvero golosa. La loro versione non zuccherata è decisamente più densa al palato. 

La crème brûlée è un ottimo esempio di cucina classica e vale la pena annoverarla nel nostro repertorio di dessert. È un dessert delicato e anche se può sembrare semplice da preparare, è importante saper bilanciare bene i sapori e rispettare ogni passaggio in maniera certosina, altrimenti il prodotto finale risulterà meno gradevole. Se volete mangiare una buonissima Creme Brûlée oggi potete farlo stando comodamente a casa e cliccando sul sito Iltuofornaio.com. Il sito dei maestri pasticceri che onora al meglio la tradizione pasticcera nazionale e internazionale. In pochi semplici passi potrete avere a casa vostra le grandi torte della tradizione italiana o i dolci più golosi della pasticceria tradizionale. Cliccando sul sito Iltuofornaio.com scoprirai una montagna di dolcezze e di bontà realizzate da grandissimi pasticceri altamente qualificati. 

Come Preparare Una Perfetta Creme  Brûlée?

Per preparare una ottima creme Brûlée seguendo i dettami della ricetta francese originale servono determinati ingredienti.

Dobbiamo avere a disposizione 5 tuorli d’uovo, 1 baccello di vaniglia, 450 ml di crema pasticcera, un etto di zucchero a velo, 140 ml di latte e 1 cucchiaio di brandy.
Occorre porre i tuorli in una ciotola e montarli con una forchetta. Dopo di che occorre aggiungere lo zucchero e mescolare. Fatto questo bisogna aggiungere il latte e la panna lentamente in modo che il tutto si incorpori alla perfezione.

A questo punto vanno aggiunti i semi di vaniglia e infine il brandy. Il composto dovrà poi essre filtrato al fine di eliminare ogni residuo. La crema andrà versata in 8 piccole cocotte che dovranno essere poste all’interno di una pentola capiente dai bordi alti, piena d’acqua, in modo che raggiunga almeno la metà della cocotte. A questo punto mettiamo il tutto in forno per 40 minuti. Una volta che la crema si è solidificata, la lasceremo raffreddare e poi la porremo in frigorifero per 3 ore. Venti minuti prima di servirla, la usciamo dal frigorifero e spolveriamola con un cucchiaio di zucchero di canna su tutta la superficie. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *