Come nasce il Tiramisù?

Il tiramisù è decisamente il dolce al caffè più apprezzato e mangiato al mondo. Non esistono ristoranti in Europa o in America che non propongono questo dolce straordinario che ha il sapore di casa, di famiglia e di gioventù. Diverse regioni italiane si contendono sempre la sua origine, ma la vera storia di questo morbido dolce affonda le radici nelle cucine di una storica Osteria di Treviso. Il merito spetta ad un pasticcere trevigiano, Roberto Loli Lingualotto che nel 1970  all’interno delle cucine delle Beccherie, trattoria tipica e tradizionale situata in Piazza Ancilotto, nel cuore di Treviso, sperimentò per la prima volta questo dolce estremamente goloso.

Loli, uomo di origini venete, era appena tornato da un’esperienza di cuoco in Germania, dove ha scoperto la tradizione, molto diffusa in Baviera, dei dolci morbidi. Una volta tornato a casa fu per lui molto affascinante tornare alla tradizione italiana dei dolci semplici e fatti in casa. L’idea geniale scaturì dal tuorlo montato con lo zucchero, che ogni bambino è solito mangiare a colazione. Ogni nonna ricorda perfettamente il suono mattutino dell’uovo sbattuto con lo zucchero, in dialetto “l’ovo col sucaro” o lo “sbatudin”. Loli, da bravo pasticcere, unendo la tradizione pasticcera italiana a quella appresa in Germania aggiunse allo “sbatudin” il mascarpone, inventando la famosa crema che rappresenta il cuore del Tiramisù.

Tiramisù, Un Successo Lungo Oltre 50 Anni

Loli, dopo la sua fantastica creazione, ebbe il merito di proseguire la propria carriera viaggiando in tutto il mondo. Ma di tanto in tanto tornava a fare capolino a Treviso per godersi il successo del suo Tiramisù. Un successo sempre più crescente. Dalle tavole di quella trattoria trevigiana, dove il dolce era molto conosciuto e molto richiesto, si è diffuso in tutta Italia, e poi negli ultimi decenni fuori dai confini nazionali e anche in tutto il mondo. Gli ingredienti base di un buon tiramisù sono il mascarpone, i tuorli d’uovo, lo zucchero e i Savoiardi inzuppati nel caffè amaro. Non può mai mancare una bella spolveratina di cacao amaro in polvere che rende il dolce più apprezzabile sia al palato che alla vista.

Va anche detto che la ricetta originale non prevede la panna montata, ingrediente introdotto anni dopo. La crema al palato deve essere molto morbida e dolce ma senza eccessi, mentre i savoiardi devono essere inzuppati perfettamente nel caffè. Quando bagniamo i biscotti dobbiamo fare attenzione a non eccedere perché potrebbero sfaldarsi o riversare liquido sulla crema. La pasticceria richiede una precisione certosina, anche un piccolo errore può rendere il nostro tiramisù meno apprezzabile.

La preparazione del Tiramisù tradizionale prevede lo sbattimento delle uova che devono essere lavorate molto bene con lo zucchero. Dovranno assumere una consistenza quasi spumosa. Solo allora potremo amalgamare il mascarpone delicatamente. Una volta preparato il nostro caffè dobbiamo versarlo dentro un piatto. Immergete velocemente i savoiardi (in modo omogeneo e senza eccedere), metteteli in una teglia, coprite con un abbondante strato di crema e ripetete con un secondo strato.

Alla fine occorrerà spolverare bene con il cacao amaro in polvere. Essendo un dolce al cucchiaio non va mai servito a fette. Se volete mangiare un vero tiramisù realizzato da maestri pasticcieri potete ordinarlo sul sito Iltuofornaio.com dove potrete scegliere, fra l’altro, il vostro dolce preferito tra una vasta gamma di selezioni. Basta un semplice click per avere a casa in pochissime ore il Tiramisù dei vostri sogni. Sul sito Iltufornaio potrai ordinare torte, pasticcini, cornetti, ciambelloni, ma anche ottime pizze e altri prodotti gastronomici da forno. I pasticcieri de Iltuofornaio.com utilizzano solo ingredienti selezionati e freschi e non usano surgelati. Ogni giorno lo Chef de Patisserie sforna bontà uniche per tutti i palati e tutti i gusti. Con un semplice click potrai anche ordinare la torta dei tuoi sogni e riceverla direttamente presso il luogo dove si svolge l’evento.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *